Dior: Eau Sauvage, il Profumo più Venduto al Mondo.

Alain Delon nel mitico spot di Eau Sauvage di Dior Alain Delon nel mitico spot di Eau Sauvage di Dior

Creato nel 1966 da Edmond Roudnitska, Eau Sauvage è stato il primo profumo per uomo di Dior e, ancor oggi, uno dei profumi più noti: da 25 anni è infatti il profumo per uomo più venduto al mondo. Roudintska, nel crearlo, decise di mantenere la semplicità della struttura classica del profumo per uomo, ma aggiungendo un tocco di eleganza con l’uso di fiori, fino ad allora esclusivi dei profumi femminili, e con l’hedione, una nuova sostanza che verrà molto utilizzata da Roudnitzka, ad aggiungere freschezza. L’essenza legnosa e aromatica del profumo creano un’essenza selvatica che da il nome al prodotto.

Il flacone disegnato da Pierre Dinand è piuttosto semplice, in vetro striato obliquo, con il tappo in metallo squamato che richiama la banda centrale che avvolge orizzontalmente tutta la bottiglietta. Nel 2004 viene sottoposta ad un leggero restyling: il vetro è sostituito da metallo liscio argentato, mentre la scatola, tradizionalmente color radica, targhette rossa e linee dorate, diventa bianca con una banda argentata, richiamo del design del flacone.

Eau Sauvage, oltre a essere la fragranza che ha inaugurato la famiglia delle eaux fraîches per uomo, è un grande classico, un bestseller che sopravvive a tempo e concorrenti. E se nel 1966 era innovativo, nel 2011 è incredibilmente moderno.

Questo gioco tra vecchio e nuovo, ma anche tra selvaggio e puro, rivive anche nella campagna che riprende in toto immagini di un un film culto, Le Piscine di Jacques Deray, girato a Saint-Tropez proprio nel 1968, l’anno rivoluzionario per eccellenza. Protagonista un giovane (e straordinario) Alain Delon più magnetico che mai. «Ma è un selvaggio, lo sai!», dirà di lui Marianne (il personaggio interpretato da Romy Schneider, in una scena del film).

FacebookTwitterGoogle+