J W Anderson: Sfila in Streaming sulla App Gay Grindr.

07ROW-master675

Il talento della moda inglese J.W.Anderson scompiglia il mondo della moda con la sua ultima trovata: dare la diretta streaming della sua sfilata uomo in esclusiva sulla chat gay Grindr.

Proprio così, oggi infatti, alle ore 10 londinesi (le 11 per l’Italia) , scaricando l’app di incontri Grindr è stato possibile vedere live la sfilata del talento irlandese dedicata all’autunno-inverno 2016/17.
Una collezione, questa appena presentata, che mischia dettagli urban quali tasconi e tute a pellicce e giacche super femminili (della collezione Pre Fall donna J.WAnderson 2016) in un piacevole mix dal sapore genderless.
JW-Anderson-to-stream-show-on-grindr-LCM-January-2015-IMAXTREE-BLOG
Ma ripercorriamo insieme la storia di questo enfant prodige della moda che, irlandese di nascita, si è trasferito a Londra per studiare moda e nel 2008 ha debuttato alla London Fashion Week con la sua prima collezione di accessori.  Fu un successo. Successo dopo successo solo nel 2010 J.w.Anderson presenterà la sua prima collezione donna con una sfilata. Anche qui, i consensi ricevuti dalla stampa e dai buyer sono stati numerosi, tanto che ora è uno degli stilisti “to watch” (da guardare) durante le settimane della moda maschile e femminile londinese.
Ma non è finita qui. Nel 2014 J.W.Anderson è entrato a far parte del gruppo LVMH che, oltre ad avergli affidato un solido supporto finanziario lo ha nominato, poco dopo, direttore creativo del brand spagnolo Loewe.
Ma anche Grindr, la app di incontri gay più famosa al mondo, non è da meno. Nata nel 2009 per cercare di creare un punto di incontro fra gli omosessuali delle grandi città, l’app ha riscosso subito una marea di consensi, tanto che, attualmente, il numero di iscritti supera il milione!gallery-1452165836-gettyimages-477122162
Entrambe le due realtà, quella di Anderson e di Grindr, sono note per essere all’avanguardia ma hanno in comune una cosa: lo stesso ufficio stampa, lo studio PR Consulting (con sede a Parigi-New York e Londra) e con clienti top che spaziano da Dior a Emilio Pucci per passare a DriesVan Noten che ha contribuito ad unire questi due mondi.
Non sarà quindi per caso una semplice trovata commerciale e di comunicazione quella di unire questi due Brand? Sicuramente, ma da non sottovalutare è anche il fatto che, secondo quanto riportato da Dazzed e il New York Times, il giro di affari nel mondo delle persone dichiaratamente omosessuali supera gli 830 miliardi di euro e quindi sono tutti potenziali clienti.
E, da quanto riportato dai media internazionali, questo boom su Grindr ha portato i suoi effetti, viste le centinaia di migliaia di utenti connessi per vedere la diretta streaming della sfilata del pupillo della moda britannica.

FacebookTwitterGoogle+