Beauty: In un Video Perchè non Dobbiamo Rasare i Peli Pubici.

e3a9b107a68a633b2fcf3e4ba2be7fcf

Un video ludico prodotto dall’ AsapSCIENCE spiega il ruolo dei peli pubici e le conseguenze della loro eliminazione.

Ma a che servono i nostri peli pubici? A questa domanda, la AsapSCIENCE risponde mettendo a confronto le diverse prospettive della ricerca scientifica. I due youtubeurs canadesi hanno colto l’occasione per esporre il che la rasatura dei nostri peli possono causare quella parte così delicata.

-PaulFreeman-08Questo video dal titolo “I Peli, perché è meglio lasciarli crescere” spiega che l’uomo ha perso il pelo circa 100.000 anni dopo l’ultima glaciazione. Oggi siamo gli unici mammiferi ad avere peli pubici.

Gli scienziati hanno diverse ipotesi che potrebbero spiegare il perché della conservazione dei peli pubici, ma anche dei peli sotto le ascelle. Sono un segnale che indica la pubertà ai nostri partner e quindi che siamo disposti ad accoppiarci? Un “cuscino” per evitare di riscaldare i genitali durante le coccole? La produzione di feromoni, i sensori per attrarre o respingere il nostro potenziale “target”? I ricercatori confermano che i peli pubici svolgono in ogni caso un ruolo importante nella nostra vita sessuale!

La ceretta e la rasatura: attenzione, pericolo.

Il video prodotto da AsapSCIENCE rivela anche che oltre un migliaio di studenti americani, il 96% delle donne e il 87% degli uomini rasano parzialmente o completamente i lori peli nell’ultimo mese.

L’utilizzo di rasoi a lame o strisce di cera è comunque dannoso per la nostra pelle. In effetti, gli youtubeurs informano che il 75% degli individui appena rasati si troverebbere ad affrontare problemi di prurito, e il 40% soffre di eruzioni cutanee dopo la rasatura soprattutto lungo la linea del bikini.

E’ noto anche come la rimozione dei peli causa peli incarniti e infiammazione della pelle. Per non parlare del tipo di infezioni come la clamidia o la gonorrea usando rasoi a lama. E molto più frequentemente vengono anche riportate lesioni genitali.

Cosa ci penseremo due volte prima di strappare la striscia di cera.

FacebookTwitterGoogle+