Fausto Sarli: tra i Più Creativi dell’Haute Couture Italiana

Sarli-Couture-coll.-Meditteraneo-PE-2011-Maria-Carla-Boscono

Quando se ne è andato nel 2010 è uscito di scena con garbo, non poteva che essere così, un animo gentile ed educato. Persona prima che divo-stilista meritatamente seduto nell’olimpo della moda. E lui alla moda ha consacrato la sua vita.Gala-Dinner-Il-Faro---Red-004

Risale al 1954 il debutto nella Sala Bianca di Palazzo Pitti, Firenze, a 29 anni distinguendosi fin da subito, ricercato, concettuale e discreto, nelle sue creazioni di haute-couture non c’è mai stato l’eccesso, ma la misura, il gusto del ricamo, il taglio perfetto.sarli-sposa

Ha enfatizzato le forme, cercate e ribadite una volta trovate, rendendole con la stoffa, con la trasparenza, con il colore.Creazioni sinonimo di elaborazione morigerata, intelligente, pacata ma evidente e innovativa.

Sarto prima che stilista, Sarli ha cucito l’eleganza della Dolce Vita, stregando con gli abiti e facendone un incantesimo di eleganza per signore.sarli-altaroma-2

Nei suoi atelier a Napoli, Roma e Milano non entrano infatti solo dive ma anche mamme e figlie della borghesia, donne di classe allo ‘stato puro’; nulla a che vedere con lo stile quanto mai annacquato, maleducato e arrivista ostentato oggi, a tutti i costi, da ‘prime donne di passaggio’.sarli-altaroma-luglio-2011

E come dimenticarsi poi delle sue spose.  Avvolte in candide nuvole di organza, oppure al contrario, in stretti tubini, fascianti a sottolineare la silhouette.fausto-sarli_003250

Fausto Sarli ha sposato la moda, l’ha amata e onorata, ce lo ricordano oggi i suoi abiti e gli occhi lucidi di quelle clienti affezionate, dei collaboratori, degli addetti ai lavori, venuti a salutare un amico.

FacebookTwitterGoogle+