Marie-Jeanne Rose Bertin: la Prima Stilista Francese alla Corte di Versailles.

robe-e1441449066625

La professione dello stilista è nata dopo la rivoluzione francese, cioè dopo l’ abolizione delle corporazioni e le loro regole rigide, ed i sarti poterono esprimere liberamente la propria creatività. Quindi all’inizio si parlava solo di “modiste”.Rose Bertin ritratto di Jean-Francois Janinet, 1780

Una delle primissime creatrici di moda francesi fu, dopo la metà del 700, Marie-Jeanne Rose Bertin, che aprì la sua boutique, Le Grand Mogol, a Parigi nel 1770, ottenendo subito l’ammirazione delle nobili francesi. Due anni dopo fu presentata alla delfina, Maria Antonietta d’Asburgo-Lorena, che la scelse come modista personale. Incoronata nuova regina di Francia iniziò ad vedersi con la Bertin due volte alla settimana per farsi presentare le sue nuove creazioni.

Reine Marie Antoinette
Reine Marie Antoinette

Rose Bertin creò anche elaborate acconciature, accessori di moda e bambole di cera, legno o porcellana chiamate Pandora, che la regina utilizzava per fare regali.  Con la forte amicizia che ormai la legava alla Regina, la Bertin diventò una potente figura alla corte di Versailles, al punto di essere soprannominata Ministro della Moda dai suoi denigratori. Ma nel frattempo le sue creazioni cominciarono ad essere esportate a Vienna, Londra, Venezia e San Pietroburgo e Parigi divenne il principale centro della moda europea.b1ed4acd8dd0cad38bb5d292ecbd2173

La Bertin creò quasi tutti gli abiti della regina fino al 1792, anno in cui Maria Antonietta fu detronizzata. Durante la rivoluzione francese Rose Bertin emigrò a Londra dove continuò a lavorare e creare per alcuni  dei suoi vecchi clienti, tramite gli émigrés. Madame Bertin si ritirò dall’attività all’inizio del XIX secolo, lasciando l’attività ai nipoti. Morì nel 1813.rose bertin gown

FacebookTwitterGoogle+