Bonus monopattini elettrici

Da qualche tempo sentiamo parlare del cosiddetto “Decreto rilancio”, inserito tra i provvedimenti atti a sostenere i cittadini e l’economia del Paese a seguito dell’emergenza Covid-19.

Un modo, questo, per incentivare la popolazione a potersi dotare di utili mezzi eco-friendly che, oltre a essere un valido aiuto per il benessere del pianeta e della sostenibilità urbana, consentono spostamenti che facilitano un distanziamento adeguato per prevenire il diffondersi del coronavirus. Un intervento che interessa sia l’acquisto privato, sia i servizi di mobilità condivisa (sharing), esclusi quelli tramite auto, che vanno dal 4 maggio scorso al 31 dicembre 2020.

Perché scegliere un monopattino elettrico

Oggi sempre più vediamo circolare per le nostre strade monopattini elettrici.

vantaggi dei monopattini elettrici sono davvero molti, non ultimo quello di avere a disposizione un mezzo economico, facile da guidare, comodamente trasportabile in auto e anche sui mezzi pubblici, per muoversi in tutta autonomia e in modo veloce sui tratti urbani. Ottimo infatti l’utilizzo del monopattino elettrico per raggiungere il luogo di lavoro, la sede di studi, la palestra, eccetera, senza i classici problemi legati al traffico e alla mancanza di parcheggi.

Una scelta ecologica, in quanto limita l’inquinamento causato dai gas di scarico di auto e moto, ma anche di risparmio energetico ed economico.

Un risparmio che va a incidere non soltanto sul basso costo di acquisto di un piccolo mezzo elettrico a due ruote come il monopattino elettrico, ma anche sul lungo periodo, rispetto al costo per carburante, parcheggio, bollo e assicurazione, a cui gli scooter elettrici non sono sottoposti.

In questo periodo, inoltre, l’acquisto del monopattino elettrico è agevolato anche dal cosiddetto “bonus monopattini elettrici”, con il quale è possibile acquistarlo a un prezzo minore.

Cos’è il bonus monopattini elettrici

Il bonus riguardante la mobilità istituito lo scorso autunno con la Legge 12 dicembre 2019, n. 141, è stato nel frattempo modificato dal Dl 34/2019 per adattarlo alle esigenze legate all’emergenza in cui ci siamo trovati in questo periodo.

Il bonus, di cui si potrà beneficiare (su acquisti a partire dal 4 maggio scorso) dal sessantesimo giorno dalla pubblicazione del Dm sulla Gazzetta Ufficiale, sarà pari al 60% del prezzo di acquisto e non superiore alla somma di 500 euro.

Quindi chi acquista adesso un mezzo considerato dal decreto (monopattini elettrici, biciclette tradizionali e biciclette elettriche, segway, monowheel, hoverboard), pagherà un prezzo pieno e lo Stato gli rimborserà poi l’importo riconosciuto quale incentivo.

Da considerare che il bonus mobilità potrà essere utilizzato una sola volta e per una delle destinazioni d’uso previste.

Chi può richiedere il bonus monopattini elettrici

Potranno richiedere il bonus tutti i cittadini maggiorenni con residenza (e non domicilio):

  • nei capoluoghi di Regione (anche sotto i cinquantamila abitanti);
  • nei capoluoghi di Provincia (anche sotto i cinquantamila abitanti);
  • nei comuni con popolazione superiore a cinquantamila abitanti;
  • nei comuni delle città metropolitane (anche al di sotto dei cinquantamila abitanti).

Come ottenere il bonus monopattini elettrici

Per ottenere il bonus monopattini elettrici sarà necessario utilizzare una app che verrà messa a punto dal Ministero dell’ambiente, accedendovi con una registrazione tramite la propria identità digitale (Spid) che consente l’accesso ai servizi della pubblica amministrazione con un’unica password.

Quando l’app sarà resa operativa, chi deve chiedere il rimborso di un monopattino elettrico già acquistato potrà accedervi per richiedere, entro 60 giorni, il rimborso. Per ottenerlo, sarà necessario allegare copia della fattura e si dovrà indicare il codice Iban del conto su cui il rimborso potrà essere accreditato.

Chi invece vorrà fare domanda per un buono spesa digitale, dovrà spenderlo entro 30 giorni, pena l’annullamento e la necessità di una nuova richiesta.

C’è da dire che ci si aspetta una grande concentrazione di domande (moltissimi infatti i monopattini e gli altri mezzi già acquistati a partire dal 4 maggio scorso), e di conseguenza il rischio è che i fondi stanziati (120 milioni di euro) si esauriscano in brevissimo tempo.

Da considerare che i fondi verranno erogati in base all’ordine di richiesta sull’app e quindi – purtroppo – si ipotizza un “giorno ics” davvero “bollente”, con il rischio che non tutti – e soprattutto chi vuol far domanda dei buoni sconto – non venga soddisfatto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *