Materasso in memory foam

Che cos’è il memory foam?

Il Memory Foam è una particolare schiuma a base di poliuretano visco-elastico che ha come caratteristica principale la capacità di adattarsi al corpo, ottimizzando il peso sulla superficie.

Un piccolo cenno storico

Il memory fu inventato nel 1966 dagli scienziati Chiharu Kubokawa e Charles A. Yost, che lavorano per conto della Nasa, ad una schiuma di poliuretano a lento ritorno elastico, che sarebbe servito ad aumentare la sicurezza dei sedili degli shuttle, permettendo agli astronauti di poter sedere in sicurezza, protteggendosi dagli urti.

Nel 1980 fu reso di pubblico dominio, dalla Nasa, il brevetto della tecnologia memory, ma solo nel 1991 il primo materasso fece comparsa sul mercato.

Quali sono i benefici del memory foam?

Avere a disposizione un materiale così modellabile crea molti benefici a tutte le parti del nostro corpo mentre stiamo riposando.

L’obiettivo di questa innovazione, in effetti, fu proprio quello di far sì che non vi siano punti di pressione: la testa, le spalle, il tronco, il bacino, le gambe avranno tutte un supporto differente, in base al peso esercitato sul materasso, il tutto per mantenere la schiena e la colonna vertebrale perfettamente dritta e allineata anche durante la notte.

L’effetto immediato e percepibile sarà un sonno ristoratore molto più sano e comfortevole del solito.

Dormendo infatti in una posizione più naturale per quelle che sono le vostre abitudini, vi risveglierete completamente rigenerati e senza indolenzimenti.

Dormendo su un materasso che ha uno strato di schiuma in memory , si  potrà notare una deformazione in base al peso del corpo, modellandosi nei vari punti e soprattutto che, mano a mano che lo si usa, inizierà “memorizzare” il modo in cui deve deformarsi per adeguarsi al corpo del suo utilizzatore.

In pratica si creerà una nicchia che sarà la vostra personalissima nicchia felice, dove dormire in posizione completamente rilassata, riducendo dolori e fastidi muscolari di ogni genere.

Sia per chi dorme a pancia in su, sia per chi dorme di lato.

Possibili difetti e qualche consiglio

Attenzione al caldo, specie in estate. Il memory foam è un materiale “avvolgente”  che ha creato, almeno ascoltando il malcontento di una parte di acquirenti, qualche problema a chi soffre particolarmente la calura estiva.

Per ovviare a tutto questo è fondamentale scegliere il materasso con cura e fare attenzione alla qualità delle materie prime utilizzate nel produrlo.

Il prodotto è ormai alla portata di tutte le tasche, ma per ridurre l’accumulo di calore è meglio orientarsi su materassi realizzati con schiume a cellula aperta e come consiglio vi suggeriamo di scegliere un materasso in memory foam con fodere o rivestimenti in tessuti naturali, che aiutano ad avere un riposo più fresco.

Parliamo di ZENO il materasso memory più traspirante

Altroconsumo, famosa associazione a difesa dei consumatori ed importante gruppo d’acquisto, come ogni anno effettua svariati test sui prodotti presenti sul mercato.

Nei test sui materassi del 2020 il materasso ZenO ha ottenuto il punteggio più alto della classifica, ed è stato definito il materasso hi-tech 40 volte più traspirante, il suo segreto è nei materiali usati.

Questo materasso in memory foam si presenta con 3 strati di schiume, ognuno specifico per un determinato scopo:

“zenO air”, uno strato di schiuma ultratraspirante che permette un continuo passaggio di aria, per una corretta traspirazione durante il sonno.

Memory ultradenso, una lastra di memory denza (70kg/m3), riduce i punti di pressione senza tralasciare il comfort dato da una spinta verso l’alta che dona una sensazione di galleggiamento.

L’ultimo strato, detto di supporto, è la schiuma “acty foam” di ben 15 cm di altezza, che garantisce sostegno alla struttura ed indeformabilità, garantendo zone di supporto differenziali che permettono un alto grado di comfort ed adattamento un po’ a tutte le fisionomie, dalle persone più esili a quelle più robuste, fino a 130 kg.

Si, tutte le fisionomie, perché il materasso ZenO è stato studiato e progettato per essere ergonomico ed adattabile un po’ a tutti, rientra per l’appunto nella categoria dei “materassi unici”

Come ultimo punto vi è la fodera, il rivestimento più esterno, composta da un mix di tencel e biocotone , che catturano l’umidità corporea permettendo un’ottima termoregolazione.

Il parere degli esperti: Il memory è ottimo per chi soffre di allergie e dolori alla schiena

Chi soffre di mal di schiena, secondo medici e ortopedici, troverà beneficio dalla scelta del materasso in memory, visto che ha la capacità di alleviare la tensione accumulata durante la giornata e anche problemi dovuti a patologie di varia natura, per esempio le fastidiose lombalgie.

C’è comunque un altro aspetto importante da considerare, il memory foam è anallergico ed è quindi molto indicato per chi soffre di questi tipo di disturbi.

In ultimo, questo tipo di materasso è un ottimo prodotto antiacaro, dal momento che nel microambiente che si va a creare sulla superficie,  questi piccoli insetti trovano un tasso di umidità e un PH a loro sgradito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *