Che cos’è la SEO e perchè è importante

Con il termine SEO, ovvero Search Engine Optimization, si intende un insieme di strategie e accorgimenti atte a far apparire una pagina o un articolo tra le prime posizioni nei motori di ricerca.

Ad esempio, Salvatore Aranzulla è un blogger/imprenditore digitale che scrive articoli d’aiuto su problemi informatici. Nel corso degli anni Salvatore è diventato il più autorevole nel suo settore, proprio perchè cura maniacalmente tutti gli aspetti SEO del suo sito.

Non è facile spiegare la SEO, ma ci voglio provare nel corso di questo articolo.

Cos’è la SEO

Come già detto è un insieme di regole da rispettare per far si che un nostro sito si posizioni in alto nella serp di Google quando un utente cerca una specifica parola chiave. Con il termine serp si intende la pagina dei risultati di un motore di ricerca.

La SEO però non è una scienza esatta, nel senso che nessuno sa veramente al 100% come funziona un motore di ricerca azionato da più algoritmi, che nella maggior parte dei casi soprattutto negli ultimi anni utilizzano meccanismi di machine learning.

Nonostante ciò, ci sono delle linee guida che favoriscono un buon posizionamento dei siti web. Si tratta di pratiche che devono essere messe in atto all’interno del sito stesso oppure esternamente. Si parla infatti di SEO On-Site, On-Page e Off-Site.

SEO On-Site

Questo tipo di SEO interessa in particolar modo la struttura del sito web, quindi la sua navigabilità (con i vari link interni e un utile menù), leggibilità, facilità d’uso. Ma per Google è importante anche la velocità di caricamento del sito, sulla quale incide la presenza di immagini pesanti o script particolari.

SEO On-Page

La SEO On-Page, invece, riguarda tutti gli accorgimenti da tenere a mente in ogni singola pagina. Ad esempio ottimizzare l’articolo con una specifica keyword, suddividere gli articoli in paragrafi rispettando la gerarchia dei tag html per i sottotitoli (h1, h2, h3, h4, h5, h6), ottimizzare le immagini inserendo l’attributo alt nel codice e mantenere un linguaggio umano.

In merito all’ultimo punto, Google sta diventando sempre più intelligente e si accorge se un testo non è stato scritto per essere compreso dagli umani ma solo per posizionarsi in alto.

SEO Off-Page

Questa è il lato SEO che mi piace di più.

Google premia, in particolare, i siti web che oltre ad avere degli ottimi contenuti sono ben linkati da altri siti. Avviene tutto come nella vita reale, se tu sei un professionista del tuo settore significa che avrai una certa fama e quindi tanta gente ti conoscerà e ti menzionerà.

Lo stesso vale su internet, infatti ogni volta che il tuo sito viene linkato da altri, per Google significa che il tuo contenuto è valido e risultando autorevole per quel determinato settore fa salire di posizione il sito.

Ottenere dei backlink (ovvero link che puntano verso il tuo sito) non è molto semplice, ma come ci spiegano i ragazzi di https://balewebagency.it/ ci sono diversi metodi per farlo.

Prima di tutto bisogna sapere che è importante anche il tipo di sito dal quale parte il link, se ad esempio è un sito scadente o poco in linea con i nostri contenuti non ha senso ottenere un link perchè non viene preso nemmeno in considerazione da Google.

In ogni caso le tecniche più usate sono i commenti sui forum (inserendo il link ove consentito), broken link building oppure l’acquisto di guest post.

L’ottenimento di link esterni è un ramo della SEO che prende il nome di link building.

Local SEO

La Local SEO racchiude una serie di strategie per lavorare su zone più limitate.

Se ad esempio hai una pizzeria in centro a Gallipoli è molto più importante essere tra i primi risultati per la chiave di ricerca “pizzeria Gallipoli” piuttosto che “come fare la pizza a casa”.

Importanza della SEO

Abbiamo capito quindi quanto è importante la SEO, infatti una volta riusciti a posizionare il proprio sito è possibile ricevere traffico gratuito e ottenere nuovi potenziali clienti.

Detto ciò, anche una volta raggiunta la posizione desiderata in serp (quindi almeno in prima pagina), bisogna lavorare costantemente sul sito perchè i competitor sono sempre pronti a scavallarci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *